CARLO SCOMPARIN

 

l'artista - the artist

sfogliando EMOZIONI

looking through emotions

 

Carlo Scomparin nasce a Venezia nel 1951 e da sempre carta, matita e colori fanno parte della sua vita.

La sua pittura percorre molti aspetti, passando da una base naif, resa propria e personalizzata con uno stile unico, a opere di carattere astratto, dove a dominare sono colori, forme e materia.

L’artista ama molto giocare con le figure geometriche e i chiaroscuri della materia in rilievo, prediligendo, per le sue tele, la forma quadrata.

Carlo Scomparin was born in Venice in 1951. Paper, pencil and colours have always been part of his life. His painting ranges over many aspects, passing from a naïve base, which is made personal through a unique style, to abstract works, where colours, forms and matter dominate. This artist likes playing with the geometrical figures and the chiaroscuro of the relief matter, preferring square-shaped canvas

Questo eclettico pittore spazia dal figurativo all’astratto, mantenendo, comunque, una sua riconoscibilità: l’uso frequente di colori puri, di forti contrasti cromatici, il riferimento ad aspetti della cultura e dell’iconografia popolare, la capacità di trasporre la realtà in una dimensione surreale ed onirica.

La sua è un’arte soffusa di una certa purezza naif, in un linguaggio che mescola forme naturali ed elementi geometrici, per creare percorsi nuovi ed aprire nuovi possibili scenari di esistenza.

Dr. Lucia Majer

This eclectic painter ranges from figurative to abstract, however keeping his recognizable features: the frequent use of pure colours and fast chromatic contrasts, the reference to aspects of folk-culture and -iconography, the ability of transposing the reality into a surrealistic and oneiric dimension.

His art is suffused with a certain naïve purity, in a language that mixes natural forms and geometrical elements, in order to create new courses and open new possible sceneries of existence.

Dr. Lucia Majer

 

Carlo Scomparin è un’artista nelle cui opere è evidente emergere un nitore, una ragione, una razionalità “Pierfrancescana”: il riferimento concettuale all’astrazione mentale.

Vedo, nelle opere di questo artista, un viaggio continuo dentro Venezia, la Sua Venezia, e fuori, in Oriente. 

Le sue opere vanno guardate bene: la foglia, la sua firma artistica, l’uso della materia, delle foglie d’oro e d’argento, l’uso della geometria euclidea, l’elezione della matematica a divina aspirazione, fanno di questo artista una figura importante del panorama contemporaneo. 

Prof. Andrea Di Prè

Carlo Scomparin’s works show a neatness, a reason, a rationality comparable with Piero Della Francesca: the conceptual reference to mental abstraction.

In this artist’s work, I see a continuous journey inside Venice, his Venice, and abroad, towards East. 

His works must be watched well: the leaf, his artistic signature, the use of material, of gold and silver leaves, the use of Euclidean geometry, the raising of mathematics to divine inspiration, make this artist an important figure of the present-day outline. 

Prof.Andrea Di Prè

Una curata impostazione materica, che sottolinea con forza l'espressività del segno, è elemento essenziale della pittura di Carlo Scomparin: ciò appare evidente già da alcune vedute più “classiche”, cromaticamente vivaci, per trovare conferma nella piacevole ed intensa serie di paesaggi essenziali, stilizzati, ed infine nei recenti acrilici in cui l'artista veneziano esprime compiutamente le proprie riflessioni geometriche attraverso la ripetizione, sempre attentamente meditata dal punto di vista formale, di elementi e di figure. 

L'originale proposta pittorica di Carlo Scomparin si sviluppa dunque in più momenti distinti e complementari, che si affiancano mantenendo un costante equilibrio e danno allo spettatore la piena possibilità di comprendere la ricca, viva poliedricità della personalità artistica dell'autore. 

Prof. Giorgio Tomaso Bagni

The essential element in Carlo Scomparin’s painting is the accurate material foundation that points out the expressive function of the sign: this already appears from some more “classic”, brightly coloured views and it is confirmed in the nice and intense series of essential, stylized landscapes and finally in the recent acrylics, where the Venetian artist completely shows his geometric reflections through the repetition of elements and figures which points out a careful formal study.

Therefore the original pictorial proposal of Carlo Scomparin develops during several distinct and complementary moments that join keeping a constant balance and allow the spectator to fully understand the rich, lively and versatile personality of this artist.

Prof. Giorgio Tomaso Bagni

     

    

Con la saggezza dell'uomo maturo, Carlo ci conduce con garbo nel suo mondo fatto di stucchi, legni, fili di ferro, tessuti, cornici dipinte e...ovviamente....foglie: da sole o in gruppo, d'oro o d'argento, di stoffa o mosaico......sempre pronte a ricordarci che la vita è fatta di “stagioni” diverse, sempre nuove e degne di essere vissute ogni volta con rinnovato spirito, positivo e allegro. 

Davanti ad una sua opera si coglie in pochi attimi la preparazione artistica, il cammino stilistico che ha portato Carlo, attraverso la tela, la materia ed i colori, ad una visione della vita non più scanzonata e sognante, ma carica di una sana ironia e di uno spirito frizzante e giovane che riesce a regalarci una visione ottimistica e colorata della vita. Insomma, per Carlo Scomparin.....”si sta come in primavera sugli alberi le foglie”. 

Fabio Anselmi

With the wisdom of a mature man, Carlo leads us with a good grace in his world made of stuccoes, woods, iron wires, fabrics, painted frames and….of course….leaves: alone or in groups, of gold or silver, of fabrics or mosaic…..they are always ready to remind us that life is made of different “seasons” that never stale, deserving to be lived every time with a renewed, positive and joyful spirit. 

His work allows us to grasp in a few moments the artistic preparation, the stylistic evolution that has led Carlo, through canvas, material and colours, to reach a vision of life which is no more unconventional and dreamy, but full of a healthy irony and of a sharp and young spirit that gives us an optimistic and colourful vision of life. In fact, as for Carlo Scomparin …….”we are like leaves on the trees in spring”. 

Fabio Anselmi (Leonart)

                      

La pittura di Carlo Scomparin ci riporta in una realtà solo apparentemente realistica e particolareggiata, trasportandoci, invece, in un’atmosfera alquanto metafisica, quasi surreale, dove cielo e mare spesso si confondono, assumendo una tonalità di colore intensa ed accattivante.

Opere particolarmente significative sono quelle attinenti al Gioco dell’Oca, inteso dal pittore come emblema stesso della vita; nel gioco dell’oca, infatti, come nella vita, si va avanti e si torna indietro in un’alternanza di sconfitte e vittorie, punizioni e premi. Si tratta, dunque, di una visione serena ed ironica, dove l’ironia indica un modo distaccato, comprensivo e maturo della vita. 

Prof. Lucia Lombardo

Carlo Scomparin’s painting leads us to a reality which seems to be realistic and detailed, but creates a rather metaphysical, almost surrealistic atmosphere, where the sky and the sea often blend, getting an intense and striking colour shade.

The works concerning the Game of Goose are particularly significant, since the painter considers this game as the symbol of life; in fact, in the game of goose, as well as in life, you go ahead and come back in a course of defeats and victories, punishments and prizes. It is indeed a serene and ironic vision, where irony means a detached, aware and mature outlook on life. 

Prof. Lucia Lombardo

  

Caratteristico esempio di arte innovativa. Una sorprendente svolta radicale rispetto alla tecnica di ”prima maniera”. Una connotazione artistica del tutto nuova, che prende a pretesto, nella sua offerta espositiva, un semplice oggetto spesso relegato tra le quinte dell’attenzione, pur essendo il più diffuso in natura: “La Foglia”.

L’autore, nella formulazione del suo atlante artistico, tiene in inedita considerazione questo simbolo, con il quale gioca il “vezzo pittorico”. Un punto di passaggio, quindi, che attraverso il tema della foglia giunge alla descrizione della natura, dei paesaggi e degli eventi, inclinando ad un’astrazione sempre più geometrizzante.

Quando si parla di Carlo Scomparin, si è portati a pensare alle sue figure che si collocano su piani colorati delimitati da linee e da sezioni dai toni cromatici fortemente incisivi.In tutta la sua rassegna, l’autore propone un “modus” geometrico, articolando le sue opere in esecuzioni a grandi, medie e piccole misure.

Questo commento critico ha la presunzione di aver tracciato il complesso disegno progettuale dell’artista. Si tributa un sommesso applauso come coda sonora o sonorità susseguente.

Lucio Giannuzzi

A typical example of innovating art. An astonishing radical turning-point as to the “early manner” technique. A quite new artistic connotation, which uses as a pretext a simple thing that does not often arouse any interest, though being the most common in nature: “The Leaf”. In expressing his artistic atlas, the painter takes this symbol into unusual account, playing the “pictoric charm” with it. The leaf is the subject through which the artist succeeds in describing nature, landscapes and events, reaching a more and more geometrical abstraction.

 Carlo Scomparin’s art leads us to figures arranged on coloured planes, whose outlines are defined by lines and sections with fast chromatic tones. In the whole of his production, the painter points out a geometrical “modus”, using for his works large, medium and small sizes.

 ....These critical notes have the presumption to outline the complex drawing of the artist. A subdued applause is bestowed as a final sound or a subsequent sonority.

 Lucio Giannuzzi

Nella mia pittura cerco di dare sempre un respiro di positività, di affiancare sullo stesso piano e nello stesso momento la ciminiera e l’abitazione.

 

Una ciminiera che non fa fumo, non inquina, però c’è ed è vicino ad una casa che come forma cerca di emularla in altezza: perché anche le nostre case si stanno trasformando in piccole fabbriche di energia. Ed il tutto, come cerco di dimostrare, con il rispetto della “foglia”: la natura, il nostro ambiente.

 

L’uso della foglia oro e argento, i colori dorati, i toni caldi e forti dei miei quadri, la serenità delle composizioni, vogliono far intendere la ricchezza dell’ambiente in cui viviamo: talmente ricco che non ha prezzo.

 

Carlo Scomparin

In my painting I try to always give a breath of positivity, to support the same plane and at the same time the chimney and the house.

 

A chimney that does not smoke, does not pollute, but there is and it is close to a house that tries to emulate it as a form height: because even the our homes are turning into small energy factories. And the whole thing, as I try to demonstrate compliance with the "leaf": the nature, our environment.

 

The use of gold and silver leaf, golden colors, warm tones and strong of my paintings, the serenity of the compositions, they want to understand the  richness of the environment in which we live so rich that is priceless.

 

Carlo Scomparin

 

 

 

 

 

 Copyright (c) 2016 Carlo Scomparin.  - All rights reserved - scomparincarlo@gmail.com